Elezioni in Myanmar – vince Aung San Suu Kyi

10

Oggi è un giorno storico per la Birmania (rinominata Myanmar dalla giunta militare che detiene il potere in modo dittatoriale da vari anni): Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace nel 1991, ha vinto con oltre il 70% dei voti le elezioni (le prime libere e democratiche tenutesi nel paese negli ultimi 25 anni).

Aung San Suu Kyi, dunque, si avvia ad assumere il ruolo di premier, anche se lei stessa sottolinea la necessità di avere prudenza. Il cammino verso una reale democratizzazione del paese è lungo e insidioso e i colpi di scena sono, purtroppo, sempre possibili.

In ogni caso, comunque, il successo della leader della Lega nazionale per la democrazia assume un significato molto importante perché rappresenta l’apice di una lotta silenziosa e pacifica che porta avanti da anni, nonostante i 15 anni di detenzione e i 7 anni di arresti domiciliari. La lotta non violenta si conferma come l’unica capace di cambiare per davvero le cose, in modo duraturo, seppur a piccoli passi.

La gentilezza trionfa sempre. La gentilezza, per usare le parole della stessa Aung San Suu Kyi, può davvero cambiare il cuore delle persone!! Una gentilezza coraggiosa, che vince la paura, che si nutre di desiderio di libertà, che non classifica come velleitari quei piccoli atti di coraggio quotidiani che contribuiscono a salvaguardare la stima per se stessi e la dignità umana.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attualità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...